Instagram. La condivisione a portata di… click!

79 Flares Filament.io -- 79 Flares ×

Era inevitabile che, con l’espandersi a macchia d’olio del fenomeno della condivisione, nel web spopolasse un’applicazione nata per sposare le mirabolanti capacità degli Smartphone di scattare buone foto, anche nelle mani del meno capace fotografo della storia, con il meraviglioso mondo dello sharing in tempo reale.

Un po’ di In-story.
L’app Instagram vede la luce nel 2010 unicamente per dispositivi Apple, si dovranno attendere due anni per vederla estesa anche ai supporti Android; recentemente acquistata da Mark Zuckerberg, ha acquisito tratti ancora più social: la possibilità di mettere “mi piace” ai contenuti, la condivisione, ovviamente, sui più importanti social network e un’interfaccia che permette di personalizzare il profilo, diventare follower di altri utenti e commentare i contenuti pubblicati.
Con i suoi 16 filtri, uno più vintage dell’altro, effetti che invecchiano, modellano e ingialliscono e cornici personalizzabili, Instagram ha conquistato un posticino nel cuore della rete al punto da rendere le foto instagrammate riconoscibili anche dall’utente meno smart del web.

Il popolo degli Instagramers.
Gli utenti sono così entusiasti dal potere del click-sharing da riunirsi in comunità, note come Instagramers, nelle quali gli affezionati organizzano Instameet, incontri tra utenti della community (l’ultimo in Italia si è tenuto il 1° dicembre a Firenze), si informano sui trend e gli hashtag del momento e propongono #instatips.

Gli Instatips, questi sconosciuti.
Quello degli Instatips era un progetto lanciato da Instagramers Italia e Media World che vedeva la realizzazione di contest fotografici settimanali a tema con un denominatore comune: condividere consigli su una migliore realizzazione di foto con Instagram. Ogni settimana, fino al 7 dicembre, lo Staff ha proposto categorie cui i partecipanti hanno dovuto attenersi, in palio la possibilità di vedere il proprio scatto pubblicato su un ebook creato dalla community stessa.

E per chi non avesse un supporto Apple o Android?
Gli ideatori di Instagram non si sono sbottonati riguardo l’adattamento o la pubblicazione di una versione per altri sistemi operativi ed è qui che arriva in aiuto un allegro gufo arancione: l’applicazione Molome, molto simile alla più conosciuta Instagram e supportata da Blackberry e Windows, installato sui dispositivi Nokia.

79 Flares Twitter 23 Facebook 31 Google+ 17 LinkedIn 7 Pin It Share 0 Email -- Buffer 1 Filament.io -- 79 Flares ×
Scroll to Top